LA GIACCA DA UOMO



La lunghezza ideale della giacca, con il braccio steso lungo il fianco, arriva circa alle nocche delle mani. La manica, rispetto agli anni passati, è più corta e stretta: la lunghezza infatti deve arrivare all’incirca a due dita dallo snodo del polso, facendo quindi fuoriuscire circa 1 cm del polsino della camicia.

Il retro della giacca può essere di tre tipi: senza spacchi, con lo spacco centrale oppure con due spacchi laterali. Di massima eleganza e classicità il primo tipo, sconsigliato il secondo e decisamente più comodo e funzionale l’ultimo.

Le tasche di un abito da cerimonia sono al taglio.

I revers sono costituiti dello stesso materiale della giacca, tranne che per lo smoking, e hanno in genere un’ampiezza media tra gli 8,5 cm e i 10,5 cm, in armonia con la larghezza della cravatta.

Un altro elemento che identifica e personalizza il fronte della giacca sono i bottoni.

Negli ultimi anni la moda ha introdotto l’utilizzo di bottoni particolari e ricercati, ma il numero è rimasto invariato: uno, due oppure tre bottoni.

Nel primo caso si porta chiaramente allacciato; quando si indossa una giacca a due o tre bottoni, l’ultimo a partire dall’alto non si allaccia mai.

Il taschino esterno, posizionato sulla parte superiore sinistra della giacca, è il punto in cui viene collocata la pochette.

In alternativa a questa, è possibile porre il fiore all’occhiello nell’asola del revers sinistro.

Rispondi