LA NUOVA ERA DEL LUSSO: REINVENTARE AUTENTICITÀ EMOTIVA E FIDUCIA

Il concetto di Autenticità è sempre stato una caratteristica fondamentale dei nostri tempi, soprattutto nella Moda e nel Lusso. L’abbigliamento ci ha spesso aiutato ad affermare la nostra identità e il Lusso continua ad interpretare il nostro desiderio di essere percepiti nel mondo. Negli ultimi due decenni, la globalizzazione e la digitalizzazione hanno aumentato lo scambio di culture e tradizioni e, quindi, l’individualità – la possibilità di esprimere la propria identità attraverso stili diversi. I Brand sono stati chiamati all’azione, a riflettere l’autenticità attraverso i prodotti che vendono, la loro eredità, tradizione, valori simbolici e significati. Vogliamo che i nostri vestiti rispecchino ciò che siamo, alla ricerca di aziende incentrate sul cliente, digitali, agili e sostenibili. Cerchiamo più che mai Fiducia e Trasparenza: ciò che indossiamo deve raccontare la nostra storia personale e interiore.

In questo scenario in continua evoluzione, il 2020 sarà ricordato come il punto di partenza di una nuova era sia per il settore del lusso che per quello della moda. Entrambi i sistemi devono imparare a giocare a un gioco diverso, seguendo le esigenze dei nuovi clienti per momenti più autentici, personalizzati e che migliorano la vita con cui possono connettersi emotivamente. Una strategia di marca ben ponderata e una comunicazione chiara saranno l’unica ricetta per sopravvivere in questo nuovo mondo turbolento, ripensando al sistema. Azioni isolate e frammentate non avranno successo poiché solo un ecosistema ben coordinato può supportare l’industria per superare i problemi e trovare soluzioni per la permanenza a lungo termine dell’intero settore, pur attirando nuovi clienti. La spesa nel settore del lusso è sempre stata basata sulle emozioni e sui sentimenti più che sul ragionamento. Alla spesa in tempi di crisi si aggiunge il bisogno di identità e sicurezza, con l’obiettivo di esorcizzare la paura dell’incertezza e di ridurre l’ansia di vivere.

La gerarchia dei bisogni di Maslow è stata rivoluzionata: con i bisogni fisiologici e di sicurezza non più coperti, gli individui hanno difficoltà a concentrarsi su livelli più alti di bisogni come l’appartenenza sociale, la stima e l’autorealizzazione. Pertanto, questo è un momento unico che le aziende hanno per mostrare quali sono i loro valori, ispirando i clienti senza manipolarli. I marchi dovranno concentrarsi sulla continuità, rimanere fedeli alle proprie radici e sopravvivere a tempi e tendenze che cambiano, mantenendo le loro promesse e non tradendo i clienti. La trasparenza sarà evidenziare parti della loro storia e del loro processo produttivo particolarmente autentiche, utilizzando contenuti reali. Si otterrà fiducia affrontando l’autocoscienza dei consumatori attraverso concetti più introspettivi come salute, felicità e consapevolezza, che stanno rapidamente diventando i nuovi prodotti di lusso.

Le industrie della moda e del lusso dovranno esplorare alternative per offrire un nuovo tipo di coinvolgimento magico. Questo sarà fondamentale per conquistare i clienti iGen, che saranno l’obiettivo principale degli acquisti di lusso entro il 2035. I canali digitali saranno l’unica valuta, poiché i “momenti” dei social media stanno guidando la popolarità di tutti i Brand.

Il nuovo Luxury riguarderà il benessere emotivo: gli stili di vita saranno significativamente influenzati dagli ambienti fisici, sociali, culturali in cui viviamo. Tutti noi porteremo avanti attività e faremo scelte che porteranno a un reale stato di benessere personale. La salute fisica, le componenti emotive e finanziarie si fonderanno, con il mondo che dovrà ripristinare queste nuove dimensioni.